Chiuse le iscrizioni alla giuria popolare

Visto l’elevato numero di richieste pervenute, che supera abbondantemente le venti previste, è stata anticipata la chiusura delle iscrizioni alla giuria popolare della settima edizione del Premio Tuttoteatro.com alle arti sceniche Dante Cappelletti.

A partire dalle ore 20 di domenica 5 dicembre non saranno più considerate valide le e mail che arriveranno per partecipare al gruppo guidato da Giorgio Testa. Coloro che si sono iscritti entro la data del 5 dicembre riceveranno attraverso messaggi di posta elettronica le informazioni relative alla formazione e incontro della giuria popolare.

Tuttoteatro.com, il Premio in audiovisivo

In occasione delle giornate conclusive del Premio dedicato a Dante Cappelletti, Tuttoteatro.com avvia la collaborazione con l’associazione Videoidee

In occasione delle giornate conclusive della settima edizione del Premio, dedicato a Dante Cappelletti, Tuttoteatro.com avvia la collaborazione con Videoidee, associazione impegnata sul fronte dell’audiovisivo, non solo con la realizzazione di prodotti di qualità, ma con lo scopo di divulgare il linguaggio cinematografico.

Nel corso delle due giornate, in programma al Teatro India di Roma, l’11 e il 12 dicembre, gli operatori di Videoidee documenteranno quanto avverrà sul palcoscenico della prestigiosa sala capitolina, ma cercheranno anche di raccontare il back stage, con interviste ai protagonisti della fase finale, artisti e pubblico.

Il materiali raccolti saranno messi online in una’apposita sezione video di www.tuttoteatro.com.

Tuttoteatro.com, il Premio in audiovisivo

In occasione delle giornate conclusive della settima edizione del Premio, dedicato a Dante Cappelletti, Tuttoteatro.com avvia la collaborazione con Videoidee, associazione impegnata sul fronte dell’audiovisivo, non solo con la realizzazione di prodotti di qualità, ma con lo scopo di divulgare il linguaggio cinematografico.

Nel corso delle due giornate, in programma al Teatro India di Roma, l’11 e il 12 dicembre, gli operatori di Videoidee documenteranno quanto avverrà sul palcoscenico della prestigiosa sala capitolina, ma cercheranno anche di raccontare il back stage, con interviste ai protagonisti della fase finale, artisti e pubblico.

Il materiali raccolti saranno messi online in una’apposita sezione video di www.tuttoteatro.com.

La giuria popolare, una tappa della ricerca del CTE

Il Centro Teatro Educazione (CTE) è stato, dal 1997 al 2010, la struttura per l’educazione al teatro che l’ETI – Ente Teatrale Italiano ha promosso e sperimentato, avvalendosi della mia consulenza come animatore e coordinatore delle attività. Diventato negli anni punto di riferimento nazionale per la qualità dei suoi risultati, il Centro Teatro Educazione, si è sviluppato su quattro linee di intervento: 1) la messa a punto, in tutti gli ordini di scuola, di modelli di “didattica della visione” per la formazione dello spettatore; 2) la progettazione e l’organizzazione su committenza di corsi di educazione al teatro per insegnanti e operatori teatrali; 3) l’attivazione, a Roma e a Firenze, di spazi permanenti di riflessione e approfondimento per tutti coloro che a vario titolo fossero stati interessati al rapporto teatro-educazione; 4) la sperimentazione di una metodologia per la formazione del pubblico, mirata a “costruire comunità” a partire dall’esperienza condivisa del vedere teatro.

Si è trattato di un lavoro lungo e articolato che ha permesso di accumulare una grande quantità di esperienze attorno alle quali si è raccolto e consolidato, nel tempo, un folto e appassionato gruppo di studio e ricerca, attivo a livello nazionale. La soppressione dell’Ente Teatrale Italiano ha abbastanza brutalmente interrotto la parte istituzionale dell’attività, ma il gruppo di ricerca è rimasto vivo e prosegue il suo cammino in forma autonoma e indipendente. A Roma, già questo settembre, il gruppo ha promosso VistiTutti! (un gruppo di spettatori impegnato a vedere tutti gli spettacoli di Short Theatre: esperimento di laboratorio e occasione di formazione) e sta, attualmente seguendo, in funzione di Osservatorio critico, il progetto scenico Bizarra.

La proposta che oggi il Premio Tuttoteatro.com “Dante Cappelletti” mi offre di presiedere la Giuria Popolare nei giorni 11 e 12 dicembre la vorrei accogliere come un’opportunità ulteriore di ragionare sull’esperienza di essere spettatori, nella situazione specifica: spettatori giudicanti. Che significa giudicare uno spettacolo, come nel giudizio entrano in gioco cultura, emozione personale, pregiudizio? Come giudizi espressi sullo stesso spettacolo da spettatori diversi entrano in dialogo o in conflitto? (è l’esperienza che si fa in una giuria, appunto, soprattutto se “popolare”, cioè di non addetti ai lavori).

L’invito a coloro che vorranno essere “con-giurati”, allora, è non solo quello di assumersi la responsabilità di assegnare un premio, ma anche quello di essere disponibili a rendere l’esperienza un momento di ricerca.

 Giorgio Testa

Giuria popolare, come iscriversi

La giuria popolare della settima edizione del Premio Tuttoteatro.com Dante Cappelletti sarà presieduta da Giorgio Testa del Gruppo di ricerca centro teatro educazione. Il gruppo che lavorerà al Teatro India di Roma nei due giorni conclusivi del Premio sarà però composto anche da una parte di spettatori che si iscriveranno inviando una email a elisabianchi@tuttoteatro.com.

Agli aspiranti membri della giuria popolare non è richiesto alcun requisito particolare, dovranno solo impegnarsi a vedere tutti i sette studi scenici in programma nella due-giorni finale, l’11 e il 12 dicembre.
Saranno accettate le prime venti richieste di partecipazione.
Le iscrizioni alla giuria popolare resteranno aperte fino a venerdì 10 dicembre alle ore 16:00.
 

Un Reality per Deflorian e Tagliarini

Nuova tappa all’Università Roma2 Tor Vergata per “Novo Critico”, appuntamenti tra critica e nuova scena performativa. Il 10 novembre (ore 16), sono i protagonisti dell’incontro Daria Deflorian e Antonio Tagliarini con uno studio del loro nuovo lavoro Reality, dedicato alla storia di Janina Turek, donna polacca che per cinquant’anni ha annotato minuziosamente i dati della sua vita in 748 quaderni. Quante telefonate a casa aveva ricevuto e chi aveva chiamato, dove e chi aveva incontrato per caso… Katia Ippaso, giornalista e scrittrice, è la critica chiamata a intervistare i due performer.

Elena Vanni fa Bim Bum Bang!

La storia di un’azienda, la gloria delle armi. In terra bresciana Elena Vanni ha ricercato i materiali per il suo nuovo lavoro, Bim Bum Bang! Una commedia leggera sulla leggerezza delle armi. Scritto dalla stessa attrice da un’idea elaborata insieme con Riccardo Borsoni e diretto da Tage Larsen dell’Odin Teatret, lo spettacolo è in scena al Centro culturale Valtorto di Ravenna, il 6 novembre, e allo Spazio 14 di Trento, il 7 novembre.

Hamlice al Fabbricone

Un’occasione quasi unica quella che offre il Teatro Metastasio di Prato, incontrare la Compagnia della Fortezza fuori dal carcere di Volterra. Dal 3 al 13 novembre, gli attori detenuti di Armando Punzo portano al Teatro Fabbricone Hamlice – Saggio sulla fine di una civiltà. Lo spettacolo che ha le musiche dal vivo eseguite da Andrea Salvadori, vede in scena Maurizio Rippa con una partecipazione straordinaria.

L’Iliade di Mana Chuma

I reggini di Mana Chuma Teatro debuttano in prima nazionale a Parma con L’ultimo inganno / un’altra Iliade, testo e regia di Salvatore Arena e Massimo Barilla. Inserito nel programma del festival InContemporanea Zona Franca 2010, lo spettacolo, interpretato dallo stesso Arena, sarà in scena il 4 novembre al Teatro al Parco.