Anno II - n.28 - 14/07/2001

IN QUATTROCENTO PER VIE E PIAZZE
A Mercantia 2001, il festival di teatro e musica di strada che si svolge a Certaldo dal 17 al 22 luglio, centinaia di microeventi, performance e piccoli concerti di funamboli, mimi, clown e burattinai

Certaldo (FI) - Per sei giorni le strade e le piazze di Certaldo Alto ospiteranno oltre 400 artisti per Mercantia 2001, il festival di teatro e musica di strada, che quest’anno si presenta con il titolo "Lo scintillio gioioso della città della luce tranquilla". Arrivata alla XIV edizione, la manifestazione, con la direzione artistica di Alessandro Gigli, si propone al pubblico come un grande e unico spettacolo, formato da decine di microeventi, performance, piccoli concerti sparsi in ogni angolo della cittadina che diede i natali a Boccaccio.
Dal 17 al 22 luglio centinaia di artisti, funamboli, mimi, clown, burattinai e buskers, che giungeranno da ogni parte del mondo, si esibiranno alla luce di torce, candele e fuochi d'artificio. Tra la moltitudine dei partecipanti alcuni compaiono alcuni nomi più noti, come quello di Milon Mela, allievo indiano di Jerzy Grotowski, che a Mercantia presenterà, insieme alla sua compagnia di attori-danzatori, suggestive coreografie con il fuoco. In programma anche il Teatro Tascabile di Bergamo e, tra gli altri, la giovane compagnia dei Negrogatto che proporrà un lavoro creato con attori brasiliani.
Una produzione del festival è invece La stazione di Hemm, da Samuel Beckett, che vedrà protagonisti otto tra i più significativi artisti del teatro di strada italiano (l’attore e clown Maurizio Fabbri, il trampoliere Fabrizio Gavosto, il danzatore e musicista Pippo Gentile, la mimo Patrizia Besantini, il giocoliere Luca Regina e gli attori Ignazio Laico e Alessio Michelotti).
Nella sezione "Mercantia off", inaugurata lo scorso anno, sono in programma le esibizioni di piccoli circhi a gestione familiare, in collaborazione con il Progetto della Regione Toscana "Porto Franco", e un convegno dedicato alle famiglie d’arte e alla loro tradizione. Tra i molti appuntamenti si segnala quello nel Giardino di Palazzo Pretorio che ospiterà Medioevo fantastico con cavalieri, dame, maghi e trampoli. Invece, nel Giardino del Tè, luogo dedicato alle suggestioni di un Oriente immaginario, debutterà la nuova produzione del gruppo Daidalos, ispirato alla danza e al teatro orientale. Mentre acrobati, funamboli e saltimbanchi arriveranno dall’Inghilterra, dalla Germania e dalla Danimarca.