Non io nei giorni felici – Beckett, Adriatico e il teatro del desiderio


a cura di Stefano Casi

COLLANA

"Altre visioni"

PAGINE

224

PREZZO

16 €

CASA EDITRICE

Titivillus

SINOSSI

Quattro testi di Samuel Beckett passati al vaglio di critici e studiosi che ne mettono in evidenza aspetti poco studiati o del tutto inediti, dall’erotismo al femminile. In questo libro, quattro opere-chiave del drammaturgo irlandese, riprese da periodi molto diversi della sua vita (“Atto senza parole”, “Giorni felici”, “Non io”, “Dondolo”), sono al centro di riflessioni nuove e stimolanti. Quindi, ecco emergere il valore del corpo e dell’eros, oppure le intime connessioni con le tematiche della scrittura femminile. Ecco un imprevedibile lato kitsch di Beckett o ancora l’interpretazione dei suoi testi come analisi delle crisi della coppia…
Il volume nasce da una sollecitazione pratica: la realizzazione di un ciclo beckettiano diretto da Andrea Adriatico nel 2009 in occasione dei suoi 20 anni di attività artistica, che ha aperto ulteriori interpretazioni non canoniche di questi stessi quattro testi di riferimento.

Nel volume scritti di Giovanni Azzaroni, Stefano Casi, Mary F. Catanzaro, Eleonora Felisatti, Stanley E. Gontarski, Roberto Grandi, Gerardo Guccini, Giuseppe Liotta, Lorenzo Orlandini, Giacomo Paoletti, Paolo Ruffini, Dina Sherzer, Franco Vazzoler, Piermario Vescovo e due note di Keir Elam e Massimo Marino.
Fotografie di Raffaella Cavalieri